about

Barra di navigazione
Elena Franco (Torino 1973) è architetto e si occupa di valorizzazione urbana e del territorio. Della sua formazione in restauro al Politecnico di Torino conserva la capacità di leggere gli edifici e comprenderne le trasformazioni, anche grazie a un’attenta ricerca storica. E’ autrice di articoli e saggi sul tema della rivitalizzazione urbana ed è spesso invitata a intervenire in convegni e workshop in Italia e all’Estero.
La fotografia – di documentazione e ricerca – occupa una gran parte della sua attività e viene spesso utilizzata nei suoi progetti, anche a supporto del lavoro di costruzione dell’identità locale e di percorsi di messa in rete di potenzialità territoriali.
Accanto a iniziative di documentazione su edifici e città, svolge attività di ricerca sulla fotografia storica e sul recupero della memoria, spesso con il supporto di fonti archivistiche e approfondimenti iconografici.
Da gennaio 2016 è, inoltre, direttore della Fondazione Arte Nova, per la valorizzazione della cultura Liberty e Art Nouveau.
La sua principale ricerca fotografica sugli antichi ospedali e sugli archivi e paesaggi della cura, in corso dal 2012, dopo essere stata esposta e presentata in sedi istituzionali a Milano, Napoli, Vercelli, Losanna, Venezia, Firenze, accompagnata da convegni e workshop ispirati dal suo lavoro è ora oggetto di pubblicazione. Il primo volume a riguardo, "La rinascita dell'ex ospedale di Sant'Andrea a Vercelli", è stato edito nel febbraio 2016 da Silvana Editoriale. Parte della sua ricerca sugli archivi e paesaggi della cura nella Pianura Padana è entrata a far parte dell’Archivio del Fondo Malerba per la Fotografia.
E’ attualmente impegnata nella realizzazione di progetti fotografici che legano archivi storici, architetture e paesaggio.
Parole chiave per comprendere il suo lavoro sono: valorizzazione urbana e territoriale, città, paesaggio, archivi, Comunità, identità, storia, memoria.
La fotografia, per lei, deve essere strumento di conoscenza e stimolo allo sviluppo sociale e territoriale.

© Simone Sasanelli