Imago Pietatis

20 Dicembre 2019

Elena Franco

off

0

Inaugurazione: Mercoledì 22 gennaio 2020 | Ore: 18.00-21.00

Mostra: da Mercoledì 22 gennaio a Sabato 22 febbraio 2020 | Da martedì a sabato dalle 15.30 alle 19.00 o su appuntamento

Aperture straordinarie:

  • Sabato 25 gennaio dalle 15.30 alle 24.00 in occasione di Art City White Night 2020.
    Visita mostra alla presenza dell’artista sabato 25 gennaio 2020 alle ore 18.00.
  • Domenica 26 gennaio dalle 16.00 alle 20.00

Elena Franco sarà allo Studio Cenacchi Arte Contemporanea con la mostra Imago Pietatis, che indaga le Imagines Pietatis dell’Archivio Storico del Monte di pietà di Bologna, conservate presso la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

Imago Pietatis è il lavoro di rilettura artistica di questo archivio, che custodisce oltre un centinaio di volumi con la raffigurazione del Cristo in pietà dipinta sul taglio superiore di ognuno.

Elena Franco_Imago Pietatis_LOVE

Elena Franco ne reinterpreta l’immagine creandone di nuove e trattando i temi della solidarietà, della cura e della condizione umana, utilizzando linguaggi differenti. Il processo fotografico è senz’altro il comune denominatore delle varie produzioni, anche se il risultato non è mai una fotografia in senso classico bensì una serie di poster, immagini ottenute con lo scanner – anche rielaborate intervenendo manualmente – riprese digitali riprodotte su stoffa. La fotografia è il mezzo che l’artista ha utilizzato per eliminare il livello di esperienza diretta con l’archivio e costruire uno scenario esclusivamente pensato per l’immagine. Il tutto diventa qualcosa di più della semplice documentazione fotografica di un patrimonio artistico, culturale e documentario e si conclude con la produzione di un libro d’artista in sole tre copie.

La mostra è accompagnata e affiancata da un libro/catalogo che, oltre a presentare l’insieme delle opere in esposizione e il progetto artistico, si arricchisce dei testi della stessa artista e di Armando Antonelli, Elisa Baldini, Luisel De Gregoriis, Fabrizio Lollini, Luca Panaro, valorizzando sotto diversi punti di vista il patrimonio archivistico considerato. Il progetto grafico è stato affidato a Wowstudio e l’edizione ad ARTEMA.

Post by Elena Franco

Comments are closed.